Come Legare una Ragazza in Sicurezza: 3 Regole da Rispettare e 3 Accessori da Usare

Legare una donna o una ragazza è un irrinunciabile sogno erotico.

Non necessariamente occorre essere dei fan sfegatati delle punizioni sadomaso: basta solo essere intrigati da qualcosa di nuovo e più piccante da provare sotto le lenzuola.

Più che una guida step to step su come legare una ragazza, qui ti forniremo le basi per farlo in completa sicurezza e per scegliere gli accessori giusti per giocare. 

D’altronde, sebbene in molti pensino che il bondage sia un gioco da ragazzi, non è affatto così e ci si può far davvero male, se si esagera! 

Ma vediamo il nostro sommario, prima di andare avanti:

Come legare una ragazza o una donna: 3 regole per farlo in sicurezza

In un nostro articolo dedicato al bondage, ti avevamo parlato delle tecniche più in voga ed intriganti dell’arte della “legatura”.Ma parlare di sicurezza, allorché si vuole imparare come legare una donna, è decisamente fondamentale: farsi male è un attimo!

Per intraprendere con il piede giusto questa appassionante avventura hot, è bene memorizzare le 3 regole su come legare i polsi al letto (ed altro) in sicurezza. 

Vediamole di seguito.

1. Legature “comode”

Regola numero uno: mai esagerare, ma optare sempre per legature comode. Anche se il partner ti chiede di stringere di più o sei tu stesso che rischi di farti prendere dell’enfasi, non farlo. 

Sii lucido e presente, soprattutto se sei agli inizi della tua avventura con il bondage.Le corde non devono mai essere troppo strette, ma annodate bene, in modo che la circolazione non sia bloccata, né tanto meno gli arti possano subire delle trazioni pericolose. 

Assicurati che la zona legata non sia segnata da venature bluastre o colorazioni rosse, blu o nerastre, ma resti sempre rosa e “pulita”. Se noti colorazioni strane, taglia subito le corde. 

Restando in tema corde, è importante ricordare che non tutte sono adatte per legare una donna: ne parleremo più avanti. 

2. Non lasciare mai il partner da solo

Seconda regola: non lasciare mai il partner da solo mentre è legato. Alcuni più esperti consigliano altresì di evitare il bavaglio, così che l’altro possa comunicare eventuali disagio o dolore. 

In ogni caso, è bene considerare che anche se per noi può essere un’assenza contemplata in un lasso di tempo brevissimo, per il partner può essere un’eternità. È una questione di sicurezza a 360°, soprattutto se si è neofiti, per scongiurare problemi: dal semplice crampo fino ad arrivare ad un attacco di panico. 

3. Tenere a portata di mano delle forbici

Terza regola di sicurezza su come legare una ragazza è quella di avere sempre a portata di mano delle forbici. 

Nel caso in cui il dolore diventi poco tollerabile per il partner, nell’eventualità che la zona legata cambi colore e in tutte quelle occasioni in cui ci possa essere una situazione di pericolo et similia, è bene non perdere tempo e tagliare subito le corde. 

Inutile stare lì a cercare di sciogliere i nodi: fra la fretta ed il panico per l’accaduto, potresti non essere  lucido per farlo velocemente.

Invece, usando le forbici puoi subito liberare il partner. Assicurati che le forbici abbiano una buona lama, ma se le trovi opta per un modello con la punta non troppo affilata. Naturalmente, poni attenzione durante il taglio onde evitare di provocare lesioni.

3 accessori perfetti per il bondage

Dopo le regole di sicurezza su come legare una ragazza, passiamo ad una parte più ludica di questo gioco sadomaso: la scelta degli accessori. 

Com’è facile immaginare, in commercio c’è la qualunque per chi ama il sesso BDSM in tutte le sue sfumature, ma non è detto che tutti i toy siano sicuri (o interessanti). 

Di base, però, chi vuole cominciare con il bondage deve avere un suo kit dei giochi. Per noi, i must have sono: le corde, i foulard o le calze, le manette. 

1. Corde

Le corde sono assolutamente necessarie per ogni coppia BDSM che si rispetti. 

Attenzione, però, alla scelta di quelle giuste. Alcuni profani prendono le prime corde che capitano, tipo quelle dal ferramenta: orrore! 

Che, oltre all’orrore cheap in sé, sono anche scomodissime e possono far male da morire, sulla pelle. Le corde per il bondage devono essere morbide, meglio se di cotone o nylon, così che possano essere più gestibili nell’annodarle, ma anche più gentili sulla pelle.

Preferibilmente, vanno acquistate in negozi o store online specializzati. Certo, costano più delle corde del ferramenta, ma pensa che sono un vero e proprio investimento. 

2. Foulard e calze

Foulard e calze sono degli accessori che tutti abbiamo in casa, perfetti per i neofiti, ma anche per chi si lascia travolgere dalla passione, ma non ha altro a portata di mano. 

Considera che, per la loro delicatezza, foulard e calze sono adatti in ogni occasione. E, soprattutto le calze, sono facilissime da tagliare in caso di emergenza. 

Per una sensazione più hot, l’ideale sarebbe preferire materiali come la seta o il raso. 

3. Manette

Diciamoci la verità: tutti abbiamo almeno un paio di manette nel comodino, anche quelli che del BDSM non sanno niente.

Sono un gioco simpatico ed eccitante, nonché il più immediato se si vuole legare i polsi al letto, perfetto per dare una sferzata piccante ad una serata. 

Nello scegliere le manette, opta per modelli semplici da chiudere e da aprire, magari anche dal rivestimento morbido.Ricorda di avere sempre le chiavi a portata di mano e di averne più copie: sarebbe un vero problema non trovarle più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su