donna incatena uomo con foular al collo

Coppia BDSM: Come Farlo Accettare nella TUA Coppia

Si fa presto a dire coppia BDSM: mica per tutti è così semplice avere un compagno od una compagna con gli stessi gusti per il BDSM o che comunque accetti di praticalo!

Molto spesso, la realtà è ben diversa dalla semplicità con la quale si pronuncia tale affermazione. Perché può capitare che solo uno dei due sia interessato al sesso BDSM, mentre l’altro faccia orecchi da mercante e preferisca il sesso vanilla termine con il quale gli amanti di questa sfumatura  eritoco-sessuale definiscono il sesso “Classico”. 

Ma può anche capitare che, all’interno di una coppia vanilla, in uno dei due componenti si accenda la scintilla kinky, alimentata da un film o da un racconto di un amico.  Allora, in questi casi, che si fa?

Sebbene ogni rapporto sia a sé, qui vi spiegheremo senza colpo ferire come affrontare l’argomento BDSM nella coppia, sia che si tratti di un partner stabile, sia di un potenziale o occasionale compagno di giochi. 

Ecco i punti di cui parleremo: 

Coppia BDSM: come parlare dell’argomento

Come detto in apertura, non sempre può essere facile per una coppia introdurre il BDSM fra i propri argomenti ed abitudini sessuali. Possono subentrare emozioni e desideri contrastanti, fra i quali la vergogna e il senso di “costrizione” verso l’altro. 

In alcuni casi, ci si può preoccupare al tal punto da vivere male il sesso sotto ogni suo aspetto, condizione che, alla lunga, tende a minare una relazione. Più semplice è la situazione fra persone che si frequentano, ma questo lo vedremo a breve. 

Ora, invece, ci occupiamo per prima cosa di come parlare all’altro delle nostre esigenze erotiche e sessuali.

Quando la coppia è al 50% kinky

Soprattutto quando si tratta di una coppia che sta insieme da poco tempo, non tutto è definito. 

Può accadere, infatti, che uno dei due abbia praticato e/o abbia interesse per le punizioni sadomaso e compagnia, ma che non lo abbia mai esplicitato per paura di allontanare l’altroSe solo uno dei due partner è kinky e la questione non viene fuori in tempi ragionevoli, stai pur certo che questa è una bomba ad orologeria pronta a scoppiare quando meno te l’aspetti. 

Più intelligente (ed onesto con se stessi) è affrontare l’argomento già in fase di conoscenza o almeno prima che l’intimità di coppia cresca. Non c’è un modo corretto di porsi, ma parlare di sesso e delle proprie preferenze sessuali non dovrebbe essere un tabù al giorno d’oggi. 

Dunque, il soggetto kinky deve assolutamente essere chiaro sulle sue preferenze verso il BDSM, non reprimere il proprio essere, ma essere sincero. Se il partner mostra una totale chiusura, è meglio lasciargli il tempo giusto per elaborare la cosa e riparlarne in un momento successivo. 

Invece, se si dimostra curioso, si può approfondire l’argomento parlando delle pratiche possibili da sperimentare assieme, dei sexy toy da poter utilizzare e così via: un primo inizio per diventare una vera coppia BDSM. Ma soprattutto si potrà partecipare a munch BDSM, seminari e corsi dedicati, che possano erudire l’altro e magari confrontarsi anche con altre coppie BDSM già rodate. 

Quando la coppia è solo vanilla

I gusti cambiano nella vita, dunque anche chi è vanilla può trovarsi ad essere incuriosito dal BDSMAnche in questo caso, il consiglio è sempre quello di essere sinceri e di parlare subito con il partner della “curiosità” verso tali pratiche. 

Se il partner è curioso a tuo pari, può essere l’inizio di un percorso speciale che vi porterà a diventare una vera coppia BDSM in perfetta armonia. Considera che non sempre il partner può essere entusiasta di una rivelazione del genere, per alcuni più conservatori o moralisti il BDSM è considerato roba da pervertiti. 

In tal caso, è importante dare al partner la possibilità di pensare e di comunicare liberamente le proprie paure e remore. E se l’altro non accetta di diventare kinky? Beh, in quel caso occorre valutare bene la cosa e comprendere, anche grazie all’aiuto di un consulente di coppia se necessario, cosa è bene fare (o non fare).

5 modi per vincere facile: i consigli degli esperti in coppie BDSM

Abbiamo visto come introdurre l’argomento relativo al BDSM nella coppia, quali sono i primi passi e i comportamenti giusti per intraprendere un vero e concreto discorso kinky (ti abbiamo già detto che kinky sta per non convenzionale/strano? Beh, magari lo sapevi già, altrimenti non saresti qui!). 

Ora, invece, andiamo più sul pratico. 

Abbiamo chiesto agli esperti in coppia BDSM come dare una spintarella alle intenzioni del partner da convincere a sperimentare queste pratiche. 

Master, mistress e slave ci hanno suggerito degli interessanti consigli per “vincere facile”, ovvero per riuscire ad incuriosire per davvero il partner e portarlo sulla via del “famolo strano”. 

Attenzione, però: questi consigli devo essere intesi non come una coercizione della situazione, ma come un semplice aiutino a farsi prendere sul serio: ricordiamo sempre che il BDSM si basa sulla consensualità, sulla fiducia e sul rispetto ad altissimi livelli, niente è coatto.

Per farti capire meglio, queste dritte funzionano come una situazione del tipo “mi piace quel gioiello/orologio, comincio casualmente a far trovare indizi al mio partner, alla prima occasione utile è molto probabile che lo riceva in dono”. 

Intesi, adesso?

Ecco, ora che abbiamo eliminato i preamboli e le specificazioni, andiamo al sodo con i nostri 5 consigli!

1# Filmografia BDSM da vedere 

Si inizia facile, con qualcosa di molto soft. 

La filmografia BDSM è assai ampia, ma non necessariamente dobbiamo far riferimento ad un porno, anzi. 

In molti film ci sono situazioni e scene sadomaso, addirittura in alcuni ci sono delle vere e proprie iniziazioni a tali pratiche. 

Dimentica il pessimo 50 Sfumature, ma concediti la visione di:

  • Lègami! (Pedro Almodovar, 1990)
  • Venere in pelliccia (Roman Polanski, 2013)
  • Il portiere di notte (Liliana Cavani, 1974)
  • Secretary (Steven Shainberg, 2002)
  • Quills – La penna dello scandalo (Philip Kaufman, 2000)
  • A dangerous method (David Cronenberg 2001)

In alternativa, puoi optare per serie tv come Bonding (Rightor Doyle, 2021), disponibile su Netflix.

Naturalmente, la visione è consigliata in coppia: sarà un modo per imparare, ma soprattutto per accendere una discussione sull’argomento e confrontarsi (o emulare, fai tu). 

2# Libri e podcast da ascoltare

Per chi preferisce libri e podcast ai film, anche qui possiamo dire che abbiamo diversi titoli utili. 

Solitamente, chi predilige leggere o ascoltare ama compiere tali attività in solitaria, ma non è un obbligo: la condivisione di quanto letto o ascoltato può essere anche anche simultanea. 

Ad ogni modo, libri e podcast sono un ottimo modo per apprendere di più sull’argomento, per informarsi e, successivamente, diventano una fonte di confronto per la coppia. 

Fra i titoli di libri più interessanti abbiamo: 

  • Venere in pelliccia di Leopold von Sacher-Masoch 
  • Historie d’O di Pauline Réage
  • I diari di una sottomessa di Sophie Morgan
  • Ogni mio desiderio di Stella Black (autobiografia)
  • Le 120 giornate di Sodoma del Marchese de Sade
  • Justine o le disavventure della virtù del Marchese de Sade

Per i podcast, invece, ti segnaliamo:

  • Club Privè – Sessualità a confronto (Spotify)
  • Loving BDSM (Spotify – in inglese)
  • Sessualità e BDSM (Spotify)

3# Regalare biancheria sexy BDSM 

Regalare biancheria sexy è un ottimo modo per andare sul vivo dell’argomento, un po’ come intendere “se lo indossi, possiamo davvero provarci”. 

Il regalo hot può anche essere una richiesta più o meno esplicita del partner e tu, realizzandola, lasci intendere che la cosa sta diventando molto più di una curiosità astratta. 

Di fatto, sia che si regali, sia che si riceva biancheria fetish, equivale ad un messaggio inequivocabile: la voglia di provare ad essere una coppia BDSM.

Chiaramente, se dall’altra parte trovi un rifiuto, è il caso di mettere la questione da parte e parlarne quando le acque si saranno calmate. 

4# Frequentare un corso di bondage

Esistono tante pratiche sadomaso, tutte caratterizzate da estrema fantasia, ma anche da differenti livelli. 

Il bondage, ad esempio, può sì essere quello soft che tutti almeno una volta nella vita abbiamo sperimentato (vanilla compresi), ma evolversi in complicati nodi e tecniche come lo shibari e via dicendo.

Frequentare in coppia un corso di bondage può essere un ottimo modo per entrare nell’argomento e toccarlo con mano (letteralmente), così da poter sperimentare a casa quanto imparato, lezione dopo lezione. 

Ovviamente, non per forza deve essere un corso di bondage, ma può essere anche di altro, purché sia a tema e/o abbia affinità con il BDSM. 

5# Osare un po’ di più a letto (previo consenso)

Tante chiacchiere, tanti confronti, tanti scontri, film, libri, ecc., ecc. E ora?

Il consiglio dei nostri esperti in coppie BDSM è quello di agire, in maniera molto soft, ma di sperimentare. 

Accordati per provare qualcosa di diverso a letto, la prossima volta che ne avrete la possibilità. E, magari, attrezzati con biancheria, sexy toy o materiale vario. 

Potresti iniziare con un semplice spanking o con un bondage soft e vedere come va. 

L’importante è che il tutto sia consensuale e che sia concordata e rispettata la safe word. Ovviamente, potrà capitare che l’ansia o la paura di provare qualcosa di nuovo e di più forte del solito giochi brutti scherzi. 

In tal caso, fermati, parlatene assieme e se è il caso rimanda il tutto ad un’altra occasione. Mai forzare le cose.

BDSM e problemi di coppia: cosa dice la sessuologia

Secondo quanto scrive la sessuologa Giuliana Proietti sul suo sito ClinicadellaCoppia, la questione delle preferenze sessuali può dar vita ad una serie complessa di problemi di coppia. Vediamoli.

1# Intolleranza totale e tradimento

Alcuni partner non riescono a tollerare anche solo il pensiero di certe perversioni sessuali, vedendole come un qualcosa che minaccia non solo la stabilità della coppia, ma anche quella propria e della famiglia.

2# Tradimento

In alcuni casi, non è insolito che il partner kinky, pur di soddisfare le proprie preferenze, tradisca l’altro. Tale tradimento si va a configurare come un ulteriore shock per il partner vanilla. 

3# Conciliazione o separazione

Con un percorso terapeutico di coppia, si può riuscire a trovare un equilibrio, ma non sempre è così e di certo non è assicurato che si diventi una coppia BDSM. In tali casi le differenze sono inconciliabili e allora la stessa sessuologa consiglia di trasformare il rapporto in una semplice relazione fra amici o, nel caso di persone sposate, di chiedere la separazione o il divorzio.

Partner occasionali: devo dire che mi piace il BDSM?

Assolutamente sì. Diciamo che questa è il modo migliore in assoluto per iniziare una relazione, pur occasionale che sia. Inutile fingere di essere vanilla, quando non lo si è: è una questione di rispetto anche e soprattutto di sé. Che poi, parlandone apertamente, si possono aprire anche strade intriganti: chi l’ha detto che davanti a te non ci sia un Master, una Mistress o uno slave BDSM?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su